Edilizia Sostenibile: Costruire in Legno

L’ edilizia sostenibile è un argomento molto attuale, in particolare il costruire in legno, un materiale a basso impatto sull’ ambiente, riciclabile e se sfruttato nel modo corretto, considerato anche una risorsa naturale rinnovabile.

Abbiamo già parlato di edilizia sostenibile, in particolare dell’utilizzo della terra cruda, ma a differenza del legno, già molto più diffuso sul mercato odierno, per motivi economici e di scetticismo non riesce ancora a prevalere sul mattone e sul cemento armato.

Edilizia Sostenibile nella storia: Case in Legno

Come per la terra cruda, anche l’utilizzo del legno per creare un rifugio per l’uomo dalle intemperie e dai predatori è molto antico. In Europa centrale le prime costruzioni in legno risalgono a circa il 2500 a.C., lunghe ricerche dimostrano infatti che gli abitanti di queste regioni costruivano le palafitte, ossia case sospese sull’acqua tramite l’utilizzo di lunghi pali, in modo da garantire la sicurezza di chi vi viveva all’ interno.

casa in legno
Proseguendo nei secoli le costruzioni in legno si differenziano da regione a regione, a seconda della tipologia lignea e dalle influenze dei popoli. Le strutture in stile Blockhaus si sviluppano nell’età del bronzo (1100-750 a.C.). In origine erano molto semplici e cubiche, le dimensioni della costruzione erano determinate dalla lunghezza dei tronchi utilizzati, giungendo però verso il 700 d.C. si riscontra, soprattutto in Svezia, un notevole sviluppo e affinazione di questa tecnica.

Il legno non è mai stato messo da parte del tutto nel mondo dell’edilizia: nelle zone montane sono sempre stati utilizzati i materiali naturali di zona come legno d’abete, e pietra.

Negli anni ’90, alcuni architetti di forte impatto storico si sono cimentati nella progettazione di alcune abitazioni private in legno. Un esempio concreto sono Walter Gropius e  Rudolf Wäger, i quali a distanza di circa 50 anni l’uno dall’altro progettarono e costruirono per alcuni dei loro clienti abitazioni completamente in legno massello ispirate alla tecnica Blockhaus.

costruzioni sostenibili

Dopo il boom edilizio, durante il quale si edificava a basso costo e in modo intensivo, si è iniziato a pensare non più alla quantità, bensì alla qualità dell’edificio, ecco perché al giorno d’oggi sta aumentando sempre più l’interesse verso le costruzioni lignee con una conseguente sperimentazione e ammodernamento delle tecniche più diffuse del passato.

le nuove case in legno

Perchè Costruire in legno? Velocità, Sicurezza e Salubrità

La volontà di dare sviluppo alle strutture lignee non è infondato, infatti, il legno ha ottime caratteristiche per l’utilizzo in una edilizia sostenibile. Le case in legno presentano un’alta durabilità, stabilità, solidità e abitabilità migliori rispetto le case in mattoni e cemento.Tra i legnami maggiormente utilizzati per le costruzioni possiamo trovare Abete rosso, Larice, Abete bianco, Quercia e Castagno.

costruire in legno

Una delle migliori caratteristiche del legno è la durabilità, ma per avere buoni risultati è necessario però avere molte accortezze durante la messa in opera, tra cui permettere la naturale traspirabilità del materiale per prevenire la formazione di muffe e muschi.

Il legno è molto più sicuro in caso di incendio rispetto all’ acciaio; infatti mantiene le proprie caratteristiche strutturali anche ad alte temperature, poiché la sua autocombustione avviene a 300° C, rispetto ai 200°C a cui si deforma l’acciaio. Questa sua grande caratteristica è dovuta al fatto che in caso di incendio il legno si carbonizza in superficie proteggendo la struttura interna, si crea così uno strato protettivo che rallenta la velocità della fiamma, fungendo da isolante e preservando la staticità, che non viene compromessa.

Utilizzando il legno, le tempistiche della messa in opera di una costruzione diminuiscono fortemente rispetto una costruzione tradizionale, questo perché, oltre alla possibilità di creare costruzioni prefabbricate, non è necessario attendere i tempi di disarmo e dell’asciugatura del cemento.

edilizia sostenibile in legno

Alcuni test sismici effettuati sul legno, dimostrano che è il più adatto per essere utilizzato per edifici anti-sismici, poiché è molto più duttile, leggero e resistente rispetto le costruzioni con materiali tradizionali. Queste caratteristiche permettono ai componenti lignei della struttura di assorbire meglio gli urti e le oscillazioni dovute alle scosse senza subire fessurazioni di ingente entità.

Ultima ma non meno importante caratteristica è la sostenibilità. Pur essendo scontato come pregio poiché si tratta di un materiale presente in natura, è necessario porre molta attenzione alla provenienza dei legnami che vengono utilizzati per le costruzioni. Essi infatti devono essere certificati in modo tale da avere uno sfruttamento controllato di questa risorsa evitando il disboscamento del nostro pianeta.

Come si fa?

Gli aspetti positivi di questo materiale quindi non mancano, insieme a tutti i predetti è necessario non dimenticare l’aspetto economico. Qualche decina di anni fa discostavano molto a livello i costi delle abitazioni in cemento rispetto quelle in legno, ma oggi si sono quasi eguagliati aumentando così la possibilità di costruire con un maggior rispetto per la natura.

costruire sostenibile in legno

Le varie tecniche di costruzione in legno: strutture a telaio, XLAM ecc. verranno trattate con maggior dettaglio nelle prossime pubblicazioni! Ma in questo settore sono presenti in Italia molti professionisti che operano seriamente. Nel caso voleste ampliare la vostra abitazione o costruire la vostra nuova casa, rivolgetevi ad un’ azienda specializzata nel settore dell’edilizia sostenibile e delle costruzioni in legno oppure guardate i nostri servizi!

call-to-action_6_1

Romina Robella
Romina Robella

Asti-Piemonte

logo_progettazionecasa.com

SEGUICI SU