Pareti Invecchiate di Tendenza

Creare una favola dentro degli spazi con pareti effetto rovinato che raccontano storie oltre i confini della immaginazione

Una delle nuove tendenze dell’ interior design è creare muri intenzionalmente decadenti, fatiscenti, come se fossero in rovina. Questi muri creano spazi ad effetto e pieni di personalità. In ambienti residenziali o commerciali, abbinandosi perfettamente ai più svariati stili di decorazione.

Un tocco di eleganza e personalità

Le pareti invecchiate, in inglese distressed walls, è una tendenza nell’interior design.

Nella decorazione d’interni è ogni giorno più comune l’utilizzo di elementi diversi, che creino spazi unici e pieni di personalità. Da cui le tendenze in voga ormai da decenni degli stili vintage di diversi tipi e sfumature. Tali elementi non sono presenti solo negli oggetti d’arredo, ma anche nell’ architettura e nella atmosfera dei luoghi. Questi possono essere già esistenti o venire aggiunti come elementi di interior design. In questo senso le parti strutturali sono ideali per essere rivestite con una nuova sembianza: pareti, pavimenti e tetti, quindi, si prestano molto bene a questo.

Da sempre le pareti sono uno dei punti forti per ridare agli spazi personalità. Oggi parleremo in particolare delle pareti effetto rovina, e cioè, l’effetto di far diventare i muri come se fossero parte di una antica costruzione decadente e abbandonata nel tempo.

Le pareti rovinate e consumate dal tempo si integrano perfettamente negli interni classici, moderni o contemporanei. In certi casi sottolineano gli elementi d’arredo già esistenti, in altri casi invece contribuiscono a fare contrasto creando delle atmosfere veramente interessanti.

Le diverse tecniche per fare delle pareti invecchiate

Per poter fare una parete invecchiata ci sono diverse tecniche, che impiegano materiali diversi e creano pertanto risultati diversi.

La prima cosa che vi consiglio è quella di preparare l’area dove andrete a lavorare e cioè pulire la parete con uno straccio umido per togliere la polvere. Poi preparate lo spazio, coprendo i mobili e mettendo sul pavimento dei pezzi di plastica fissati con dello scotch.

Antique Distressing

In questo caso si usa una vernice di tono chiaro che viene applicata su una base di vernice scura. La prima cosa da fare è preparare la base con la vernice scura. Una volta che questa sia bene asciutta, quindi dovrete aspettare 48 ore, si procede con il secondo tono che creerà l’effetto anticato. Sul baratolo di vernice chiara che avete scelto si immerge metta del pennello. La misura del pennello dipende dalla grandezza del muro. Vi consiglio un pennello di misura media con delle setole morbide. Dopo averlo immerso nella pittura si tolgono gli eccessi di vernici. Dopo si asciuga il pennello usando un panno. E si procede quindi a passare sulla parete con leggeri movimenti su e giù.  Si lascia asciugare questa mano, e poi se è di vostro piacimento se ne fa una seconda mano. Si  crea così una sovrapposizione tra i due colori ottenendo un effetto anticato.

Distressed wallpaper

Il risultato che si vuole ottenere con questa tecnica è  l’effetto di una carta da parati rovinata. Si prepara la base con una vernice di colore neutro che come nel primo caso si deve fare asciugare per 48 ore. A questa si sovrappone una miscela di vernice colore marrone scuro mischiata con della vernice a smalto. Per applicare la seconda capa di pittura scura si usa una spugna, della lana di ferro, uno spazzolino e si passa per tutta la parete di forma irregolare. Il dosaggio della pittura deve essere più denso nei bordi e più vuoto al centro. Questa tecnica crea un effetto che è il contrario dell’antique distressing.

Rag Rolling

Si usa uno straccio di cotone che si emerge nell’acqua e si fa strizzare. Dopo lo stesso straccio si immerge nella miscela di vernice preparata e si strizza nuovamente.Vi consiglio il colore a smalto bianco latte. Mentre la base può essere vernice scura. Si fa ruotare il tessuto come un tubo irregolare e si procede a passarlo sopra il muro. Il tessuto si fa ruotare sul muro creando un risultato molto irregolare. In questo caso negli angoli c’è meno quantità di pittura rispetto alle altri parti del muro.

Perché scegliere di fare una parete effetto rovina

Questo tipo di lavoro sulle pareti dona agli spazi carattere: lo spazio ci racconta qualcosa, diventa unico e speciale. Quel Non so ché, emerge quando si sceglie di usare un elemento d’arredo di questo tipo. Siamo di fronte ad un qualcosa che ci colpisce all’ istante perché è diverso, perché non ce lo aspettiamo.

Ci sono spazi che innamorano a primi vista, rompendo con i propri paradigmi preconfezionati e dandoci una nuova visione della realtà. Con una scelta come quella che si fa quando si decide di fare una parete murale diroccata ottenendo questo effetto. Ci porta fuori del comune e dell’abituale, e ci invita a farci domande del perché quel qualcosa distrutto è li e ci attrae.

            Le pareti effetto rovina si abbinano perfettamente con lo stile industrial o Shabby Chic. Questi sono di moda negli spazi privati e pubblici, dove si vuole dare l’apparenza dell’usato e dell’antico con muri ancora pieni di un passato da raccontare.

A chi rivolgersi per creare una parete con effetto intonaco invecchiato

La miglior scelta è sicuramente rivolgersi ad un esperto. Seppur vero che siamo nell’era del “Fai da te” e che sul Web si trovano dei tutorial su tutto, non sempre questa è la migliore opzione. Sopratutto per ottenere risultati come quelli esposti nelle immagini. Nel caso delle pareti invecchiate è importante avere molta esperienza. Per questi effetti occorre dosare al meglio tutti i materiali che vengono usati ed eseguire adeguatamente le tecniche.

Una mano esperta in questi casi, è più idonea per assicurare la perfetta riuscita di questa affascinante ma complicata scenografia. Si possono scegliere diversi approcci, come abbiamo gia visto, per ottenere l’effetto delle pareti invecchiate. Dipende molto dai gusti di ognuno e da quale risultato si vuole ottenere.

Un architetto o interior designer che guidi alla migliore scelta per ogni progetto e la destrezza di un buon esecutore, che conosca bene le diverse tecniche di stucco e verniciature sono sicuramente una scelta vincente.

Tendenze fra Arte e Design

Suzanne Moxhay, nel suo ultimo lavoro INTERNI (2014-2015) esplora dei frammenti d’interni. Le architetture si presentano distrutte, in rovina, in stato di abbandono. Moxhay fa un lavoro di montaggio, mettendo dentro questi particolari spazi degli elementi anomali. Il nuovo scenario viene poi fotografato o dipinto dall’ artista creando delle opere meravigliose con un tocco di surreale post modernismo.

Questo è uno dei tanti esempi di come questa tendenza degli spazi architettonici diroccati ormai sia andata oltre le frontiere, arricchendosi in modo interdisciplinare con altre forme d’arte.

Non rimanete indietro con vecchi arredamenti, ma osate e rinnovate con le nuove tendenze. Dovete solo scegliere che tipo di risultato volete per la vostra parete diroccata e contattare un’architteto o interior designer perché vi possa guidare e mettersi all’opera. Per qualsiasi consiglio sulle pareti diroccate siamo a vostra disposizione contattaci gratuitamente!

Link immagini:

1: http://www.decotiis.it/works_view.php?work=13 / 2:  http://www.specialistdecorationlondon.co.uk/our-specialist-decoration-work/surface-designs/ / 3: http://www.carloecamillainsegheria.it/?l=en#firstPage / 4:http://www.suzannemoxhay.com/

logo_progettazionecasa.com

SEGUICI SU