Cameretta con Arredo in Miniatura!

cameretta

Fino a ieri eravamo in due…ma oggi siamo in tre! Uno dei momenti più belli di una coppia è senz’altro la nascita di un bimbo (o di una bimba ovviamente) ma questo arrivo comporterà sicuramente alcune modifiche alla casa, in modo particolare bisognerà arredare la sua cameretta.

Inizialmente ci si potrebbe sentire smarriti perché non è semplice immedesimarsi nelle necessità di un bimbo così piccolo ma con un po’ di fantasia e di buon senso si può ottenere un gran bel risultato.

Maria Montessori, famosa pedagoga dell’Ottocento, diceva che la camera non deve essere per il bambino ma del bambino e niente è di più vero. Spesso ci concentriamo a riempirla di oggetti di design senza pensare che ad un bambino questo non interessa, le parole magiche sono infatti ACCESSIBILITÀ, COLORE, LIBERTÀ, SICUREZZA e SPAZIO.

Prima di tutto è lo spazio a doversi adattare al bambino e non il contrario, bisognerà prediligere perciò oggetti e complementi d’arredo adatti alla sua altezza e che possano essere utilizzati in autonomia e sicurezza. Non ne servono molti, meglio l’essenziale in modo da lasciare libero più spazio possibile per permettergli di giocare. Questo tipo di camera, legata principalmente al mondo del gioco, è adatta da 0 a 5 anni, con l’inizio della scuola bisognerà infatti riadattarla alle nuove esigenze: l’angolo dello studio acquisterà una grande importanza. Per questo motivo nel comprare i vari arredi è consigliabile avere un occhio anche al possibile riutilizzo in modo da non dover riacquistare tutto l’arredo dopo pochi anni.

Vediamo quindi cosa serve per arredare la cameretta di un bimbo:

  1. Il lettino possibilmente senza sbarre e basso in modo che il bimbo possa salire e scendere da solo. A volte viene consigliato di posare il materasso direttamente a terra o su dei pallet ma non consiglio queste opzioni perché, per i piccoli, le doghe o la rete sono elementi importanti per una posizione corretta durante il sonno e rialzare il letto fa anche sì che il bimbo non stia a contatto con la polvere del pavimento. Esistono lettini dell’altezza giusta (le doghe alte circa 50 cm da terra con sopra appoggiato il materasso) a prezzi ragionevoli per cui non resta che sbizzarrirsi nella scelta!

arredo_cameretta_letto

  1. Una sediolina con la scrivania che si adatteranno man mano all’altezza del bambino per garantirgli sempre una postura corretta. Sarà il suo angolo creativo quando comincerà a disegnare.
  1. Dei contenitori in cui riporre i giochi. I bambini amano l’ordine e conservare tutti i giochi insieme alla rinfusa dentro a grandi ceste potrebbe confonderli e destabilizzarli. Sarebbe meglio organizzare delle mensole o scaffali bassi dove disporre i giochi e i libri (adatti alla sua età) in modo visibile così da far scegliere al bimbo con cosa giocare e quando e fargli capire che ogni gioco ha il suo posto. In questo modo gli insegneremo anche a mettere a posto le proprie cose incoraggiandolo a tenere la sua cameretta pulita e ordinata.
  1. Un armadio facilmente apribile e accessibile dove poter prendere in autonomia i vestiti e vestirsi da solo…lasciamolo giocare con i colori permettendogli ogni tanto di scegliere cosa indossare. Per insegnargli ad organizzarsi e ad abbinare i vestitini si possono pensare 5 o 7 spazi con su scritto il giorno della settimana dove riporre i vestiti per ogni giorno. È un bel modo per condividere le idee di abbigliamento con il proprio bimbo e vedere insieme stoffe, materiali e stagioni differenti.
  1. Un appendiabiti basso, una panchetta sulla quale potersi sedere per allacciarsi le scarpe e uno specchio.
  1. Un bel tappeto: i bambini, soprattutto i primi anni di vita, amano stare per terra. Un tappeto colorato e sicuro li aiuterà in questa scoperta del mondo: meglio se facilmente lavabile in modo da evitare l’accumularsi della polvere e le macchie e con il fondo antiscivolo per evitare pericolose scivolate.
  1. Il colore è sicuramente un elemento fondamentale per lo sviluppo dei bimbi ma non dimentichiamo che i loro giochi sono quasi sempre molto colorati per cui non è necessario dipingere le pareti di colori accesi, è sufficiente giocare con colori neutri(azzurrino, rosa, verdino, giallino o semplicemente bianco magari con una fascia colorata) che infondono calma e poi sbizzarrirsi con quelli dei tessili (copriletto, tende e cuscini) e degli arredi. La cameretta è sì uno spazio per il gioco ma anche del riposo e un rifugio, i colori devono aiutarlo a stare bene senza eccitarlo o innervosirlo.

arredo_colori_bambini

  1. Non dimentichiamo poi che ai bambini, come capitava anche a noi da giovani, piace poter personalizzare la propria cameretta con disegni o foto che ritraggono la sua famiglia e i suoi amichetti o altre cose realizzate da lui, aiutiamolo attaccando i quadri e quanto necessario allo scopo all’altezza dei suoi occhi in modo che si riproduca in miniatura quello che avviene nel resto della casa “arredata per i grandi”. È molto importante dargli la possibilità di esprimersi nel rispetto delle cose, sentirà quell’ambiente realmente la “sua cameretta”.

È fondamentale infine evitare oggetti pericolosi o fragili, spigoli vivi, prese e interruttori scoperti e insicuri. Bisogna ricordarsi di fissare gli armadi e le librerie alla parete per evitare incidenti e prediligere elementi ergonomici e di materiali naturali come il legno e il cotone.

Ultimo consiglio è quello di evitare assolutamente la televisione in camera, nemica della fantasia e della creatività e di trasformare la sua cameretta in un “deposito degli oggetti smarriti” del resto della casa: l’asse da stiro deve trovare un’altra ubicazione!!

 

Chiara Lo Vecchio

Milano- LOMBARDIA

logo_progettazionecasa.com

SEGUICI SU