Apri La Tua Casa…Realizza Un Bed&Breakfast!

Bed&Breakfast

Sei una persona ospitale e socievole? Vorresti arrotondare il tuo stipendio guadagnando dalla tua stessa casa? Non vuoi impegnarti in lunghi affitti rimanendo libero da vincoli contrattuali?

Se hai la possibilità di affittare una o più stanze della tua casa allora c’è la soluzione che fa per te senza dover aprire la partita IVA: realizzare un Bed&Breakfast !! Come dice la parola stessa devi garantire una camera da letto e la prima colazione che puoi servire o stipulando una convenzione con un bar nei pressi della tua abitazione o servendo alimenti confezionati (non possono essere manipolati). È molto semplice e ti permetterà di guadagnare senza stravolgere la tua dimora!

Ma…come si deve fare? Innanzitutto è importante fare una distinzione tra Bed&Breakfast vero e proprio e Affittacamere. Il primo infatti è un’attività saltuaria a conduzione familiare che utilizza per gli ospiti parte dell’abitazione del proprietario fino ad un massimo (nel Lazio) di tre camere mentre il secondo è concettualmente simile al B&B ma è una vera e propria attività imprenditoriale continuativa che necessita di partita IVA e iscrizione alla Camera di Commercio e sfrutta un massimo di 6 camere (nel Lazio) in non più di 2 appartamenti per stabile nei quali non necessariamente abita il proprietario.

Andiamo però con ordine e concentriamoci sul B&B, cercherò di rispondere alle tue domande!

Cos’è un B&B?

Il B&B è una formula di accoglienza che si sta diffondendo in modo significativo e capillare in Italia e che utilizza la formula dell’ospitalità familiare. Il proprietario di casa (è obbligatorio che sia residente e domiciliato nell’appartamento) decide di aprire le porte ai viaggiatori permettendogli di assaporare la propria vita domestica. È un ottimo modo per condividere esperienze trasmettendo lo stile di vita del luogo e della gente che vi abita. In questo modo gli ospiti faranno un vero tuffo nella tua terra e tu entrerai in contatto con splendide persone da ogni parte del mondo, sarà un arricchimento reciproco.

dormire_colazione_B&B

Come si apre un B&B?

Ci sono alcuni aspetti burocratici che bisogna tenere in considerazione e che variano da Regione a Regione. Il primo passo sarà quindi quello di consultare la Legge Regionale del Comune nel quale si vuole aprire l’attività e scaricare la relativa modulistica (per quanto riguarda la città di Roma si trova sul portale di Roma Capitale allo Sportello S.U.A.R.), successivamente vanno avviate le pratiche tramite A.A.P.I.T. o gli Uffici Turistici per la classificazione della struttura e per il monitoraggio e la comunicazione degli ospiti alle Autorità di Pubblica Sicurezza, anche questa procedura può variare in base alla Regione. Ora sei pronto per partire.

Si può utilizzare qualsiasi abitazione?

Sì, qualsiasi tipo di villetta o appartamento che abbia almeno 2 camere, bagno, soggiorno e cucina o angolo cottura. Certo, alcune tipologie sono migliori di altre perché permettono di ricavare spazi più funzionali e magari lasciare la zona privata della famiglia in un’area appartata dell’abitazione fuori dal percorso degli ospiti ma in linea di massima si può aprire un B&B in qualsiasi situazione purchè l’immobile, come tutte le abitazioni, sia in regola con i requisiti urbanistico-edilizi, igienico-sanitari, di sicurezza e abbia gli impianti a norma. Molto importante da sapere è che non è necessaria l’autorizzazione del condominio a meno che non sia fatto esplicito divieto nel regolamento condominiale.

Che requisiti deve avere un B&B?

  • La superficie delle camere da letto, come per le abitazioni, deve essere minimo 14 mq per le doppie e 8 mq per le singole, gli ospiti devono poter accedere alla propria stanza senza attraversare altre camere da letto o di servizio destinate alla famiglia o ad altri ospiti

  • I bagni devono essere adeguatamente dotati (oltre a water, lavabo e specchio deve essere presente almeno una vasca o doccia) e almeno un bagno ad uso esclusivo degli ospiti quando viene superato un certo numero di camere o posti letto

  • Deve essere presente almeno un soggiorno di 14 mq con annessa cucina o angolo cottura

  • Gli ambienti vanno puliti quotidianamente mentre il cambio della biancheria può avere cadenza diversa ma ovviamente sempre ad ogni cambio di ospite.

ospiti_soggiorno

Quante persone si possono ospitare?

Ciascuna abitazione può “condividere” fino ad un massimo di 3 o 6 camere (dipende dalle Regioni) arredate almeno con letto, armadio, comodino, lampada, specchio, presa di corrente, cestino dei rifiuti e sedia. Anche il numero di posti letto varia da Regione a Regione fino ad un massimo di 6 o 12 e in ogni camera non possono essere più di 4. Essendo un’attività a carattere saltuario (nel caso non si voglia passare ad un’attività imprenditoriale vera e propria) è previsto l’obbligo di un periodo di chiusura durante l’anno.

camera_letto_Bed&Breakfast

Più sarai cordiale e ospitale più la Tua Terra verrà amata e i turisti torneranno volentieri per assaporare ancora quel tocco di “casa” che un albergo tradizionale non può offrire.

immagini: 1_B&B sul Garda Castelnuovo del Garda (Italia); 2_Eric’s Bed&Breakfast Amsterdam (Olanda); 3_Carriage House Inn B&B (Virginia)

Chiara Tirelli

Milano-LOMBARDIA

logo_progettazionecasa.com

SEGUICI SU