Trucchi Per Una Stanza “Difettosa”

van gogh

Gli ambienti nei quali ci imbattiamo non sempre hanno proporzioni armoniche e purtroppo se non siamo capaci di utilizzare espedienti tecnici per migliorare la loro abitabilità, rimaniamo schiacciati dai loro difetti e imperfezioni.

A grandi linee i difetti più evidenti li possiamo racchiudere nelle seguenti casistiche:

  1. Problemi di soffitto troppo alto o troppo basso
  2. Ambienti troppo ampi o troppo piccoli

Ciascuno di questi elementi lo si può correggere giocando sulle percezioni e le illusioni ottiche e per farlo èdi fondamentale importanza una buona padronanza del colore e sapere che l’occhio umano percepisce più zone contemporaneamente ma non con la stessa nitidezza.

Utilizzando colori di varia gradazione è possibile creare contrasti che diano alla vista particolari sensazioni in modo da correggere o modificare l’aspetto della stanza stessa e perfino la sua geometria. Per farlo teniamo a mente una regola importante:

  • i colori chiari allontanano e allargano mentre quelli scuri avvicinano e rimpiccioliscono (di circa 1/5)
  • i colori freddi creano un senso di allontanamento spingendo alla calma e al riposo mentre i colori caldi creano un senso di calore e vicinanza
  • l’occhio percepisce meglio la larghezza rispetto alla profondità o all’altezza che vengono lette come maggiori di quanto non siano in realtà
  • le linee verticali allungano e quelle orizzontali allargano.

Alla luce di ciò: due locali identici ma con due rivestimenti differenti produrranno impressioni diverse per cui diamoci da fare.

 stanza

SOFFITTO TROPPO ALTO

Normalmente un soffitto alto è un elemento molto apprezzato e considerato di pregio ma può capitare che una stanza sembri più una torre che una camera…in questo caso che fare?

  • Soffitto: per prima cosa il soffitto va tinteggiato di un colore più scuro rispetto alle pareti o altrimenti, se vogliamo mantenere il soffitto chiaro e luminoso, la tinta di quest’ultimo possiamo farla scendere di circa 25 cm sulle pareti in modo da creare una fascianella parte più alta.

In alternativa alla fascia si può anche optare per una cornicedi finitura in polistirolo o gesso tinteggiato di colore chiaro o trattare diversamente la parte di parete al di sopra delle finestre utilizzando il colore o la carta da parati. Con l’inserimento di una cornice daremo senza dubbio un tocco più classicheggiante all’ambiente.

Attualmente una valida ma non sempre sfruttabile opzione è quella di realizzare un controsoffitto riproporzionando le altezze ed eventualmente giocando con i dislivelli.

 

  • Pareti: in questi casi è importante accentuale le linee orizzontali delle pareti laterali producendo in questo modo un effetto di lunghezza e di abbassamento del soffitto.
  • Pavimenti: nel caso l’ambiente risultasse anche troppo ampioè di grande aiuto l’utilizzo di tappeti e di pavimenti decorati o dai colori contrastanti che frammentano lo spazio.

 arredo living

SOFFITTO TROPPO BASSO

I trucchi per dare la sensazione di un soffitto più alto di quello che in realtà non sia consistono nel:

  • Soffitto: tinteggiarlo di un colore chiaro, possibilmente bianco, ed eventualmente con una tinta lucida
  • Pavimento: chiaro
  • Pareti: elementi di arredo preferibilmente slanciati, appendere i quadri più in alto e rivestire le pareti con la carta da parati a righe verticali che guidano l’occhio fino al soffitto.

AMBIENTE TROPPO PICCOLO

  • Soffitto e pareti: in questo caso il soffitto e le pareti devono “confondersi”. Per ottenere questo effetto devono essere di colore chiaro (meglio se bianco), uguale e di tinta unita.
  • Pareti: utilizzando lerighe orizzontali riusciremo ad allungare le pareti laterali.

Possiamo anche tinteggiare la parete di fronte di un colore più scuro che aiuta ad allontanarla se quelle laterali sono chiare. Su questa parete però le porte o finestre presenti risulterebbero più piccole del reale, basterà riquadrarle con una fascia bianca e il gioco è fatto.

Un altro valido alleato in questa situazione sono gli specchi da posizionare con accortezza ed evitando la vicinanza con le finestre che potrebbe dar luogo a riverberi o fastidiose riflessioni della luce solare.

È importante inoltre sapere che lo specchio deve essere posizionato con un angolo di 90° rispetto alla parete che si riflette per evitare di spezzare le linee di fuga della prospettiva.

  • Pavimento: non frazionare il pavimento con tappeti o con pavimenti dai contrasti troppo forti o decorati per non interrompere la continuità visiva. Prediligerlo chiaro e uniforme o la quadrettatura che nello stesso tempo allarga e allunga.

Nel caso la stanza o il corridoio risultasse troppo lunga e stretta, converrebbe posare il pavimento a righe trasversali e utilizzare gli specchi.

Ed ora che hai ricevuto qualche consiglio correggi la tua casa senza dimenticare che anche una buona illuminazione contribuisce a migliorare lo spazio!

 

 

 

IMMAGINI: 1_Van Gogh La camera da letto

Chiara Tirelli

Milano-LOMBARDIA

logo_progettazionecasa.com

SEGUICI SU